Cartelle Stampa: Dalla consolidata tradizione Opel: veicoli sportivi per tutti

download-pdf
download-image
download-all
Gio, 06/09/1984 - 16:00


  • Un’auto sportiva per il popolo: la Opel Rallye Kadett del 1966
  • “i” come Injection: nuovo nome “GSi” per i modelli sportivi Opel dal 1984
  • Piccoli concentrati di potenza: la Corsa delle generazioni GSi dal 1988 al 2012
  • Il ritorno di un mito: nel 2017 Opel presenta la nuova Insignia GSi
  • Nella quinta generazione: la Corsa GSi è nuovamente disponibile fin da subito

 

Schlieren.  Da sempre Opel si propone di rendere le innovazioni e il divertimento alla guida disponibile e accessibile a tutti. Tale obiettivo vale anche e soprattutto per i modelli particolarmente sportivi con lo stemma del lampo sulla griglia. La nuova Opel Corsa GSi porta avanti questa consolidata tradizione: ben oltre 50 anni fa Opel lanciò sul mercato la prima sportiva compatta per il popolo.

Opel Rallye Kadett – la sportiva per il popolo

Nel 1966 fu introdotta in commercio una Coupé Fastback mozzafiato, ma al contempo accessibile e adatta alla vita di tutti i giorni: la Rallye Kadett, dal peso di appena 850 kg, con 60 CV di potenza ed estremamente reattiva. Solo un anno più tardi segue la motorizzazione adatta: il nuovo quattro cilindri dai suoi 1‘897 cm3 di cilindrata sprigiona ben 90 CV, il che corrisponde ad un rapporto potenza-peso inferiore ai 10 kg per CV – ottimi presupporti anche per il motorismo. Il motore 19S garantisce prestazioni fiammanti non solo nella Rallye Kadett ma anche nella Opel GT. Fino al termine della produzione, nel luglio 1973, vengono realizzate presso Opel 103‘622 Rallye Kadett. La sportiva Opel è così già allora accessibile ad un vasto pubblico – proprio come oggi lo è oggi la Corsa GSi.

Il modello sportivo successivo porta anch’esso la denominazione di “GT” di Opel. A partire dal 1975 la Kadett C presenta con fierezza la denominazione aggiuntiva GT/E in cui la “E” sta per “Einspritzung” (iniezione). La nuova Kadett GT/E è in grado di sprigionare ben
105 CV dalla sua cilindrata di 1,9 l. Da zero a cento km/h in dieci secondi, velocità massima di 180 km/h, trazione posteriore – questi valori fanno battere all’impazzata il cuore dei conducenti sportivi. La carriera rally di un’intera generazione di piloti inizia con la veloce Opel: da Guy Fréquelin a Walter Röhrl.

Da GT/E a GSi – “Grand Sport injection” per tutto il mondo

Dieci anni più tardi, Opel cambia l’appellativo per le sue auto sportive da GT/E a GSi “Grand Sport injection”. Con il nome internazionale e la “i” come Injection (iniezione) ci si propone di rivolgersi maggiormente ai mercati di esportazione.

Tutto inizia nel 1984 con la Kadett E che sprigiona 115 CV da un’entusiasmante cilindrata di 1’796 cm3. Nel 1988 la cilindrata della Kadett GSi 16V aumenta a due litri; grazie al doppio albero a camme in testa e alla tecnica a quattro valvole (valvole di scarico realizzate con materiali al sodio!) la potenza aumenta fino a 156 CV (150 CV con catalizzatore regolato). Un motore leggendario con cui le future stelle della Formula 1 come Jos Verstappen (1993), Jarno Trulli (1996) e Nick Heidfeld (1997) vincono il Campionato tedesco di Formula 3. Questa straordinaria potenza permette alla Kadett di passare da zero a 100 km/h in soli otto secondi fino ad una velocità massima di 215 km/h. Negli anni 80 si aggiungono altre serie al piacere delle idee sportive GSi.

Nell’autunno del 1984 segue la Manta GSi con 110 CV e dal 1988 un’auto dinamica come una moto: estremamente compatta, con un peso di soli 820 kg, alloggiamenti ruota pronunciati, sedili sportivi, 100 CV e una velocità di 188 km/h. Nasce così la prima Opel Corsa GSi a cui seguono tutte le serie successive. Corsa B GSi 16V con 109 CV e una potenza elevata a bassi regimi (caratteristica “Low-end-torque”), Corsa C GSi con 125 CV e una velocità massima di 202 km/h, infine dal 2007 Corsa D GSi per la prima volta con turbocompressione e 150 CV da 1,6 l. Nell’agosto 2012 termina la produzione della Corsa sportiva e Opel interrompe temporaneamente la realizzazione della serie GSi. Fino a cinque anni più tardi in cui accade qualcosa di importante...

Opel Insignia GSi – il ritorno di GSi alla IAA

In occasione della IAA 2017 di Francoforte, Opel Insignia GSi festeggia la sua anteprima mondiale e il marchio GSi fa il suo ritorno. Con la sportiva Insignia in versione berlina denominata Grand Sport e la Sports Tourer station-wagon, Opel presenta un bel duetto nel suo stand fieristico. Nella Insignia GSi il telaio perfettamente configurato e la trazione integrale con Torque Vectoring garantiscono un’estrema precisione di guida e velocità in curva mozzafiato.

La prima a debuttare è stata la Insignia GSi con un turbo benzina 2.0 e 191 kW/260 CV. Nell’ammiraglia Opel dopo la Opel Astra F degli anni novanta viene nuovamente impiegato un diesel in una GSi. Il moderno BiTurbo 2.0 eroga 154 kW/210 CV e sviluppa una coppia massima di 480 Nm. Con questa unità la Opel Insignia GSi raggiunge una velocità massima di 233 km/h in versione Grand Sport e 231 km/h in versione Sports Tourer.

Solo un anno dopo la Insignia, Opel prosegue la saga con la Corsa GSi di quinta generazione. Questo genio delle curve è alimentato da un turbo benzina da 1,4 l con 110 kW/150 CV. Questo propulsore permette alla sportiva compatta di passare da 0 a 100 km/h in soli 8,9 secondi e di registrare una velocità massima di 207 km/h. Il piccolo concentrato di potenza Corsa GSi è tornato!

  • Contact :
  • Lukas  Hasselberg
    Lukas Hasselberg
    PR Manager AO Automobile Schweiz AG
    Tel : +41 44 746 21 61
    Mobile : +41 79 322 09 74
    lukas.hasselberg@opel.ch
Scroll